Milano
+39 320 80 20 296
info@psicologidigitali.it

Intelligenza Emotiva: il suo ruolo nelle strategie di Marketing

Intelligenza Emotiva: il suo ruolo nelle strategie di Marketing

Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Anche se spesso i marketer vengono definiti “senza cuore”, avere un buon livello di intelligenza emotiva può rappresentare una carta vincente. Chi possiede questo fattore, sa come relazionarsi con i clienti a livello personale, si preoccupa sinceramente di loro ed entra in sintonia a tal punto da parlare la loro lingua.

 

intelligenza emotiva

 

Come ogni buon venditore sa, il successo si basa sulla capacità di costruire buone relazioni con i clienti, e la gestione delle emozioni può svolgere un ruolo importante in questo processo.

➡ Quindi non c’è da meravigliarsi che l’intelligenza emotiva, ovvero la capacità di identificare e gestire le proprie emozioni e quelle degli altri, possa (e dovrebbe) influire sulle vostre strategie di marketing.

Ma perché prestare attenzione all’intelligenza emotiva porta benefici?

Semplice: i consumatori prendono decisioni sulla base delle proprie emozioni

I clienti vogliono comprare da aziende e persone a loro somiglianti. Fin qui nulla di nuovo. Tuttavia riuscire a definire ciò che rende piacevole l’interazione del cliente con il brand aiuta a trasformare questo vago concetto in realtà.

Secondo le ricerche del Carnegie Institute of Technology l’85% del successo di un brand deriva dalle sue capacità di negoziare, condurre e comunicare con i clienti e dalle conoscenze in ambito psicologico.

Le abilità psicologiche delle persone vendono, il che ci porta al concetto di intelligenza emotiva. Questo termine non significa solo essere gentile, ma si riferisce alla capacità di riconoscere le tue emozioni e quelle degli altri.

Secondo lo psicologo Daniel Goleman, l’intelligenza emotiva può essere scomposta in cinque componenti principali:

1️⃣ autocoscienza,
2️⃣ autoregolazione
3️⃣ motivazione
4️⃣ empatia
5️⃣ abilità sociali

Le persone emotivamente intelligenti sono in grado di capire come si sentono e di esprimere chiaramente i propri sentimenti, permettendo loro di relazionarsi meglio con i sentimenti degli altri.

Essere in grado di connettersi a questo livello con i clienti è ciò che ti permette di distinguerti. Google, ad esempio, ha sviluppato per i propri dipendenti un corso di intelligenza emotiva e usa i cinque componenti chiave per offrire possibilità di sviluppo ai propri collaboratori.

In un’intervista con Fast Company, Chade-Meng Tan, uno dei pionieri di Google, ha dichiarato:

Le capacità di intelligenza emotiva supportano la collaborazione, una comunicazione più aperta, più trasparenza e meno atteggiamenti egocentrici. E più le persone lavorano per il bene superiore e per lo scopo dell’organizzazione, più questa ha successo.

Una volta compreso cos’è l’intelligenza emotiva, è più facile integrarla nella propria strategia di marketing e iniziare a goderne i benefici.

Il ruolo dell’intelligenza emotiva nel marketing

I brand che comprendono quali sono le leve emotive che portano all’acquisto sono quelli che ottengono i risultati migliori in termini di ROI

✅ Avere un approccio proattivo per controllare il comportamento del proprio target, identificare i problemi e creare campagne che sanno coinvolgeranno i clienti, sono azioni efficaci e vincenti.

Invece di parlare ai propri clienti in modo passivo, queste aziende sono focalizzate sull’avere conversazioni con i clienti su cose che questi apprezzano.

Strumenti di feedback diretto come i sondaggi o l’uso dei social network possono aiutare a sfruttare ciò che i tuoi clienti pensano e sentono. Una volta che hai capito “cosa” stanno cercando, puoi iniziare a immergerti nel “perché”.

🔵 Si può affermare che capire quali sono le emozioni alla base dei loro desideri e dei bisogni è il cuore del marketing.

Possedere queste informazioni ti permette di creare contenuti e campagne targetizzati e coinvolgenti, facendo sentire i clienti più ingaggiati nei confronti del brand.

In che modo influisce sulla loyalty?

Ogni volta che riesci a creare un’esperienza targetizzata e mirata rafforzi la fiducia, l’impegno e la lealtà dei tuoi clienti nei tuoi confronti.

Quindi, più l’intelligenza emotiva viene integrata nella strategia di marketing, migliore sarà l’esperienza del cliente e il retention rate (tasso di fidelizzazione).

Mantenere i clienti significa molto di più che dare loro ciò che vogliono in questo momento. Bisogna anche comprendere di cosa avranno bisogno in futuro se vuoi sviluppare una relazione duratura.

✳ Devi imparare a capire le emozioni dei tuoi clienti così bene da poter guidare la conversazione e portarli nella direzione in cui vuoi andare. Quando raggiungerai quel punto, avrai il fattore desiderato da tutti i marketer.

Questi sono gli articoli più apprezzati dai nostri lettori, dai un'occhiata anche tu!


Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.