L’utilizzo degli archetipi nel digital marketing

Lo leggi in 3 minuti

Indice

Hai già letto il

Archetipi Jung

Comunicare online in modo efficace vuol dire raccontare il proprio messaggio attraverso dei contenuti che siano di valore per il proprio pubblico.

Per questo è necessario mettersi in ascolto attivo del target a cui si vuole rivolgere, comprendendone il comportamento, i bisogni e le emozioni.

Per indagare e classificare il nostro target possiamo prendere in prestito dalla Psicologia dei modelli di riferimento teorici che ci aiutano a definirne la personalità: gli archetipi.

Vediamoli insieme nel dettaglio.

Dalla teoria Junghiana al marketing strategico

Nel 1934 lo psicoanalista Carl Gustav Jung sviluppò la sua teoria partendo dal concetto di inconscio della psicologia analitica freudiana.

Secondo l’ipotesi Junghiana esisterebbe un inconscio collettivo, ovvero comune a tutti, che racchiude elementi universali della specie umana, rappresentabili da modelli specifici chiamati archetipi.

Gli archetipi sono delle forme di pensiero con caratteristiche riconoscibili anche tra culture diverse che racchiudono in sé bisogni, desideri, motivazioni, obiettivi e paure.

Il concetto Junghiano è stato ripreso successivamente da Margaret Mark e Carol S. Pearson nel libro “The Hero and the Outlaw – Building extraordinary brands through the power of archetypese gli archetipi sono stati adattati e utilizzati all’interno della strategia di costruzione dei brand.

Infatti, secondo le autrici, è possibile interpretare attraverso archetipi il comportamento del pubblico al quale ci si rivolge con l’obiettivo di delineare la propria brand identity e proporre prodotti e servizi coerenti con i bisogni del target.

Un incontro tra psicologia e marketing che apre a un’interessante lettura rispetto al modo di approcciarsi al consumatore.

Quali sono gli archetipi?

Gli archetipi teorizzati da Jung sono 12 e si suddividono in 4 categorie riconducibili ad alcuni bisogni:

  1. stabilità
  2. indipendenza
  3. cambiamento
  4. appartenenza

Osserviamo le caratteristiche di questi 12 profili in modo da comprendere i valori sui quali devono far leva i brand che desiderano conquistarli con i propri prodotti o servizi.

STABILITÀ

In questa categoria rientrano tutte quelle persone che ricercano sicurezza, protezione, punti fermi e concretezza.

  • Archetipo dell’angelo custode: si preoccupa per gli altri, si concentra sull’ascolto, infonde fiducia, ha a cuore il benessere e la cura delle persone, è empatico e affidabile.
  • Archetipo del sovrano: è autorevole e responsabile, determina le regole e le esercita attraverso il controllo e l’ordine.
  • Archetipo del creatore: anticonformista ed innovatore, utilizza l’immaginazione per creare e realizzare progetti che possano esprimere se stesso.

INDIPENDENZA

In questa categoria rientrano tutti coloro che sono focalizzati sulla crescita personale, sulla ricerca di autonomia e di realizzazione.

  • Archetipo dell’innocente: è ottimista, ricerca la felicità ed è soddisfatto solo quando riesce ad essere in armonia con gli altri, è semplice, coerente, naturale e genuino.
  • Archetipo del saggio: riflessivo, ricerca la razionalità e la verità in ogni cosa, agisce con logica ed intelligenza, non si lascia influenzare dalle costrizioni della società.
  • Archetipo dell’esploratore: è alla ricerca di autenticità e avventura, ama vivere esperienze nuove per riscoprire se stesso e superare i suoi limiti, desidera rompere gli schemi.

CAMBIAMENTO

A questa categoria appartengono tutte le persone che sono alla ricerca di novità, trasformazione e che tentano in ogni modo di uscire fuori dall’ordinario.

  • Archetipo dell’eroe: è forte e coraggioso, ama rischiare e combattere le ingiustizie, cerca di conquistare ciò a cui aspira e non si arrende mai.
  • Archetipo del mago: innovativo e misterioso, cerca di trasformare l’immaginazione in realtà, idealista ed intuitivo.
  • Archetipo del ribelle: estremamente anticonformista, rivoluzionario, un po’ “cattivello”, ama infrangere le regole, non ha paura di trasgredire.

APPARTENENZA

In quest’ultima categoria rientrano tutti gli individui che ricercano amicizia, intimità, fiducia, accettazione o semplicemente l’appartenenza ad un gruppo.

  • Archetipo uomo comune: è realista, concreto, amichevole, trasparente, convenzionale, profondamente empatico e ispira fiducia.
  • Archetipo burlone: è allegro e divertente, utilizza molto l’irriverenza e la spontaneità, ama scherzare, trasmette vivacità ed energia.
  • Archetipo amante: è romantico e seducente, trasmette amore e sensualità, tanto passionale, si concentra sulla bellezza e sul fascino.

Conclusioni

Come emerge da queste brevi descrizioni tutti gli archetipi delineano un certo tipo di personalità e proprio per questo ci possono aiutare a comprendere anche le caratteristiche più intime del nostro pubblico.

Infatti, nell’ambito del digital marketing gli archetipi possono rappresentare un ottimo punto di partenza per costruire le cosiddette “buyer personas”: delle rappresentazioni stereotipiche del proprio pubblico di riferimento in termini di interessi personali, età, professione, hobby, obiettivi e tanto altro.

Infine, non dimentichiamoci che ascoltare e comprendere il nostro pubblico ci permette di costruire delle relazioni di valore stabili e durature basate sulla stima e sulla fiducia reciproca.

E tu hai già capito in quale archetipo rientra il tuo target?

Picture of HumanFirst
HumanFirst
1

Condividi su

Parlaci del tuo progetto

Prendiamo un caffè virtuale insieme senza impegno